Regolamento sui gas fluorurati

Effetti del regolamento UE sui gas fluorurati sugli essiccatori frigoriferi ad aria compressa

Il nuovo regolamento sui gas fluorurati UE 517/2014 mira a ridurre le emissioni di gas fluorurati ad effetto serra, contribuendo così a limitare il riscaldamento globale. In Europa è una legge vincolante. 

Il regolamento vieta l'immissione in commercio di determinati gas ad effetto serra e apparecchiature di refrigerazione, e fornisce inoltre un sistema di quote per un'offerta notevolmente ridotta di gas frigoriferi presenti sul mercato. Stabilisce inoltre disposizioni ampliate per la gestione di gas fluorurati ad effetto serra per le aziende produttrici di impianti di congelamento e i gestori.

Sulla base delle domande frequenti, di seguito si cercherà di rendere più comprensibile quest'area evidentemente complessa per l'uso quotidiano. Informazioni dettagliate sono presenti nel documento.

Chi riguarda il nuovo regolamento sui gas fluorurati?

Il documento è rivolto a chi compra, vende, utilizza, effettua manutenzione, ripara o smaltisce essiccatori frigoriferi all'interno dell'UE.

Quali essiccatori frigoriferi sono interessati?

Sono interessati gli essiccatori frigoriferi importati nell'UE e qui prodotti, utilizzati, manutenuti, riparati e smaltiti, se per il loro utilizzo necessitano di gas fluorurati ad effetto serra. Oggi, gli impianti tipici nell'ambito del mercato impiegano di norma idrofluorocarburi (HFC) come gas frigoriferi. Si tratta dei gas fluorurati ad effetto serra. 

Questo documento classifica gli essiccatori frigoriferi per l'essiccazione dell'aria compressa e dei gas inerti, sulla base del regolamento, come apparecchiature fisse di refrigerazione. Esso valuta gli essiccatori frigoriferi come apparecchiature di refrigerazione concepite per l'impiego a livello artigianale e industriale. Le condizioni per l'immissione in commercio di frigoriferi e congelatori a uso domestico o apparecchiature a uso commerciale non valgono per gli essiccatori frigoriferi.

Cosa cambia rispetto al vecchio regolamento sui gas fluorurati?

Il precedente regolamento sui gas fluorurati UE 842/2006 è stato abrogato all'entrata in vigore del nuovo regolamento UE 517/2014 il 01/01/2015. I requisiti precedenti sono stati sostanzialmente mantenuti e ulteriormente ampliati. Nelle seguenti aree sono stati ridefiniti contenuti particolarmente rilevanti per gli essiccatori frigoriferi:

  • Riduzione dell'offerta di mercato dei gas frigoriferi solitamente utilizzati oggi (Art. 14 segg.)
  • Obblighi di pubblicazione per essiccatori frigoriferi e relativi gas frigoriferi (Art. 12)
  • Divieto di utilizzo dell'R-404A per la manutenzione di essiccatori con carichi di refrigerazione a partire da 10,2 kg (Art. 13)
  • Divieto di immettere in commercio essiccatori frigoriferi che impiegano R-404A (Art. 11) 
  • Nuove soglie limite e obblighi di documentazione per i controlli delle perdite (Art. 3-4, 6)
  • Certificazione del personale del servizio assistenza (Art. 10)
  • Recupero di gas frigoriferi al termine del ciclo di vita (Art. 8).

I gas frigoriferi utilizzati solitamente oggi non saranno più disponibili in futuro?

Al momento attuale, tutti i gas frigoriferi utilizzati fino ad oggi per gli essiccatori frigoriferi sono disponibili sul mercato. La disponibilità di determinati gas frigoriferi tenderà a diminuire. Alcuni gas frigoriferi, come ad es. l'R-404A, in un prossimo futuro saranno completamente ritirati dal mercato. La durata individuale e la disponibilità dei gas frigoriferi odierni dipendono in modo sostanziale dal loro impatto sull'effetto serra. Esso si calcola dal prodotto di potenziale di riscaldamento globale specifico della sostanza, in breve anche "GWP" ("global warming potential"), di un gas frigorifero e del suo peso osservato in tonnellate metriche. Questo prodotto è chiamato CO2 equivalente.

Qual è il motivo della riduzione dell'offerta di mercato dei gas frigoriferi odierni?

Per il regolamento è stata rilevata la media annuale dei gas fluorurati a effetto serra messi in commercio nell'UE tra il 2009 e il 2012. Tale quantità, espressa come CO2 equivalente, è stata fissata per l'anno 2015 al 100%. Entro l'anno 2030, essa deve essere progressivamente ridotta al 21%. Questo processo è noto come processo di riduzione graduale (Phase-Down).

Ha senso per i gestori investire in scorte di R-404A per l'assistenza agli impianti esistenti?

No. I gas fluorurati ad effetto serra devono essere venduti per l'installazione, la manutenzione e la riparazione solo ad aziende certificate ai sensi del regolamento, o il cui personale sia certificato. Occorre tenere presente, inoltre, che il nuovo R-404A a partire dal 01/01/2020 potrà essere utilizzato a scopo di assistenza solo in impianti con carichi di refrigerazione inferiori a 10,2 kg. Per questo sarebbe opportuno verificarne la sostituzione con un gas frigorifero alternativo.